Facebook Twitter Blog Residenza Case Sparse YouTube Vimeo




_Giuseppe Fanizza


De che m’en vò




L’artista si è focalizzato sugli elementi più immateriali che definiscono l’identità e il confine del paese. Attraverso una ricerca sulle leggende e i significati delle santelle, piccole architetture votive di cui è disseminato il territorio, l’artista ha scelto di sottolineare la funzione di protezione di alcuni di questi elementi che tracciavano un confine fisico e immaginario tra l’interno e l’esterno di Malonno, tra la casa e l’ignoto, tra la vita e una dimensione sovrannaturale. Si è servito di quegli stessi elementi che oggi asservono al medesimo compito: alcuni segnali di telecamere di sorveglianza posti su alcune santelle collegate ad un sistema video fruibile dal web, permettono di accedere al controllo diretto degli ingressi in paese.